Severless Computing, Cloud e microservizi

Serverless Computing, Cloud e microservizi sono parole chiave del mondo IT attuale.
Fondamentali perchè offrono nuove opportunità di sviluppi con una riduzione di costi e meno dispersione di energie.

Amazon e Netflix

Il primo a capire che la struttura serveless ed il cloud erano strumenti innovativi e assolutamente da utilizzare è stato Amazon.
Infatti la ditta lancia nel 2014  un servizio che da la possibilità agli sviluppatori di creare funzioni con base sul cloud e sfruttare un parco preesistente di istanze gestite nei propri data center.

Anche Netflix, l’impero della tv via internet, utilizza oggi, questo sistema di architettura che offre microservizi e non grandi applicazioni con molteplici funzionalità di scarso interesse all’utente.

Ne deriva un risparmio: pago solo per quello che mi interessa e vedo.
Sinceramente lo trovo molto interessante: non pagare il superfluo è da sempre un mio cruccio.

Serverless Computing: cos’è?

Finora abbiamo quindi parlato di serverless computing, quest’architettura innovativa, ma andiamo a definirla meglio:

Il Serverless computing è un modello di esecuzione di cloud computing in cui il provider cloud gestisce dinamicamente l’allocazione delle risorse del computer. Il prezzo si basa sulla quantità effettiva di risorse consumate da un’applicazione, piuttosto che sulle unità di capacità pre-acquistate. Si tratta di una forma di utility computing.

Cloud e microservizi

Per quanto riguarda il termine cloud, invece:

In informatica con il termine inglese cloud computing si indica un paradigma di erogazione di risorse informatiche, come l’archiviazione, l’elaborazione o la trasmissione di dati, caratterizzato dalla disponibilità on demand attraverso Internet a partire da un insieme di risorse preesistenti e configurabili.

Insomma stiamo parlando di server non più fisici, ma virtuali grazie a quali è possibile erogare e, di conseguenza, usufruire di microservizi.
I microservizi sono funzionalità singole che vado a utilizzare, e pagare, solo in base a ciò di cui ho realmente bisogno.

Direi che “vantaggi” è la parola che mi viene in mente parlando di serverless computing, Cloud e microservizi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.