GDPR: come adeguarsi?

Il nuovo termine sulla bacca di ogni informatico, ma non solo, di tutti coloro che hanno a che fare con il mondo online è GDPR.

La GDPR è la nuova normativa in fatti di sicurezza dei dati.

GDPR nello specifico

Andiamo quindi a capire di cosa stiamo realmente parlando:

Il regolamento generale sulla protezione dei dati è un regolamento con il quale la Commissione europea intende rafforzare e rendere più omogenea la protezione dei dati personali di cittadini dell’Unione europea e dei residenti nell’Unione europea, sia all’interno che all’esterno dei confini dell’Unione europea. Il testo, pubblicato su Gazzetta Ufficiale Europea il 4 maggio 2016 ed entrato in vigore il 25 maggio dello stesso anno, inizierà ad avere efficacia il 25 maggio 2018.

Quali sono i passi da seguire per arrivare preparati?

Come prepararsi dunque, ma soprattutto adeguarsi?

Il processo da seguire è riassumibile in 4 steps:

  1. censire e mappare i dati personali andando a creare un registro dei trattamenti.
  2. proteggere e adeguare la propria azienda alle richieste della legge. è necessario identificare i rischi e l’ impatto soprattutto in caso di avversità.
  3. controllare le reazioni: meglio tenersi pronti a fronteggiare possibili violazioni alla privacy tracciando in anticipo tutte le operazioni di trattamento e aver già pronte le procedure atte a gestire la notifica al garante delle eventuali violazioni.
  4. verificare e migliorare grazie ad un aggiornamento costante e continuo.

Come fare tutto ciò?

La tecnologia può essere un valido aiuto per mettere al sicuro i nostri dati.
Infatti grazie ad essa possiamo capire quali sono i dati da proteggere, parte fondamentale del processo.
Insomma, si parte dai processi per capire dove sono i dati e si parte dai dati per capire a quali processi sono legati.

Importante per la sicurezza è poi il monitoraggio che, per essere efficace, deve basarsi su log autenticati che facciano riferimento ad una persona specifica.

Il risultato, in poche parole, deve garantire sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.