Directory: cosa sono e perché usarle

Una directory web serve per organizzare i siti in modo gerarchico, suddividendoli in categorie e sottocategorie (come un’organizzazione ad albero, partendo dalla radice e suddividendosi in argomenti sempre più specifici), permettendo all’utente di avvicinarsi sempre di più alle sue richieste.

I vantaggi sono molteplici ma si possono suddividere in due categorie principali: quelli per l’amministratore del sito web, che vuole avere un maggiore traffico sul suo sito, e quelli per l’utente, che vuole trovare la pagina che corrisponda il più possibile alla sua ricerca.

I vantaggi per l’utente finale riguardano la validità degli argomenti trattati nelle pagine. A questo proposito si deve considerare il fatto che i siti vengono inseriti manualmente da una persona all’interno delle directory, dopo averli controllati e avergli assegnato un valore che ne indica la pertinenza. Quindi quando l’utente fa una ricerca ottiene tutti i siti che effettivamente rispondono alle sue richieste organizzate in modo da avere in cima quelli che rispondono meglio alle sue esigenze.

I vantaggi per gli amministratori del sito riguardano principalmente il traffico che le directory riescono a portare sul proprio sito. Quando viene effettuata la ricerca in una directory, se il sito ha contenuti nuovi e sempre aggiornati verrà visualizzato prima degli altri, quindi avrà potenzialmente un maggiore traffico. Tuttavia, se in passato le directory erano l’unico modo che un sito aveva per essere visitato, adesso servono principalmente per acquisire backlink, quindi per attività di posizionamento organico. Avere un buon numero di link che portano su un sito gli fa aumentare il prestigio e quindi il trust dei motori di ricerca, portandolo ad essere visualizzato in posizione prominente nelle SERP.

Il sito viene inserito in una directory solo se ha contenuti aggiornati e originali, quindi il modo per essere visualizzati dagli utenti è comunque quello di avere un buon sito e mantenerlo tale. Anche perché se la prima vota il controllo viene fatto da una persona, il sito continuerà ad essere riesaminato, manualmente oppure da un software che possa verificarne la pertinenza.

Infine, si deve stare molto attenti a quali directory usare, perché quelle non autorevoli, avendo una struttura non idonea o addirittura “spam”, vengono considerate come tali, senza portare alcun beneficio al sito, anzi in alcuni casi penalizzandolo. I più famosi e autorevoli siti di directory in passato sono stati DMOZ e Yahoo Directory, oggi entrambi chiusi. E’ possibile visitare questo link per avere una lista aggiornata di directory italiane attualmente attive e funzionanti.

In conclusione, le directory aiutano ad avere maggiore traffico sul sito e possono essere un utile strumento per i webmaster per attività di posizionamento organico.

2 pensieri riguardo “Directory: cosa sono e perché usarle

  • 6 febbraio 2018 in 11:45
    Permalink

    L’articolo è molto interessante, secondo voi esiste una lista o un repository dove trovare un elenco delle risorse effettivamente utili?

    Risposta
    • 13 febbraio 2018 in 15:25
      Permalink

      Ciao Alice, esistono in rete svariati articoli, redatti perlopiù da blogger indipendente, che si occupano di recensire le directory ed altre risorse inerenti alla catalogazione di argomenti. Si tratta quasi sempre di blogger che, dovendosi occupare della link building per i clienti, sono essi stessi a redigere delle liste di directory utili ed attive. Prova a cercare in rete “lista directory italiane attive” e, in linea di massima, gli articoli che troverai sono abbastanza attendibili.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.